giocolando

1/31/2005

London Calling

Parto stasera e torno sabato.
Destinazione Londra.
A guardare un po' in giro, a incontrare vecchi e nuovi amici e a cercare opportunità. Un po' come si faceva un tempo, ti ricordi, nel klondike? ....

1/29/2005

cartoonself


cartoonself
Originally uploaded by bru76.
Ecco l'esempio di una cretinata che prende la mano.
Specie se hai la scusa che qualcun altro ci abbia perso tempo prima di te ;)
Grazie a Chiaraaa per il link.

1/28/2005

Ad ogni modo, chi ha bisogno di un computer?

Matt Groening racconta Apple:


Grazie a Yara per il link!!!!

1/27/2005

A-HA! Lo sapevo io....

I'm Dream!
Which Member of the Endless Are You?


:: how jedi are you? ::


Via Chiara e Andrea

1/26/2005

Scrittura Creativa Deviante

Uno dei miei angoli preferiti sulla grande giostra di internet, rimane quel covo di pazzi egocentrici che è DeviantArt.
In quel guazzabuglio di sedicenti proto-artisti, nascono di continuo iniziative degne di nota.
Tra queste, merita sicuramente menzione il gruppo di scritturacreativa, coordinato dal prode Luigi Rubino.
Siamo attualmente al quinto laboratorio e, finalmente, sono riuscito a consegnare il mio elaborato in tempo! Gioia e tripudio!!!
Ah, se l'avete letto e vi state ponendo questa domanda... sì, l'ispirazione arriva dritta da questo post :D

A Milano il buio è qualcosa che devi cercare

Mi accade da sempre. Non sempre, ma con frequenza altilenante, che segue i ritmi di una qualche giostra caotica. Camminando o in macchina, passo sotto un lampione e... fzfzfzzzzt! Si spegne, tutto qui. Magari per qualche istante, a volte per qualche secondo. Poi ammicca e ritorna in vita.
All'inizio ero incuriosito da questa cosa, quindi preoccupato, infine divertito. Ma non ho mai smesso di chiedermi perché.

Fino alla sera in cui, in uno di questi squarci di oscurità, ho visto una stella, una stella che solo un battito di cuore prima mi era invisibile, celata dietro uno stupido lampione.

1/24/2005

Common sense has much to learn from moonshine

Spiacente per il testo in inglese... da un articolo di Philip Pullman sulla natura del gioco:


The most valuable attitude we can help children adopt - the one that, among other things, helps them to write and read with most fluency and effectiveness and enjoyment - I can best characterise by the word playful.
[...]
...It's when we do this foolish, time-consuming, romantic, quixotic, childlike thing called play that we are most practical, most useful, and most firmly grounded in reality, because the world itself is the most unlikely of places, and it works in the oddest of ways, and we won't make any sense of it by doing what everybody else has done before us. It's when we fool about with the stuff the world is made of that we make the most valuable discoveries, we create the most lasting beauty, we discover the most profound truths. The youngest children can do it, and the greatest artists, the greatest scientists do it all the time. Everything else is proofreading.

Scovato grazie al blog di Foe Romeo.

1/23/2005

Monsieur Malaussene

monsieurmalaussene.jpgOggi, mentre aggiornavo il blog e smaltivo la posta in arretrato, ne ho approfittato per mettere in background il DVD di Monsieur Malaussene, di Giorgio Gallione con Claudio Bisio, recentemente pubblicato da Kowalski.
Il menu è curioso: una serie di interventi di Claudio, apparentemente sempre gli stessi eppure diversi, tanto che viene voglia di indugiare ed esplorare i menu fino in fondo per vedere tutti gli spezzoni.
Lo spettacolo merita, specie per chi conosce Bisio solo in versione “Zelig”. Quando lo vidi dal vivo era al teatro Parioli di Roma, ricordo una fuga sulla tangenziale per riuscire ad arrivare in tempo, e la soddisfazione tronfia, tipica di quando si investe una serata che si rivela all'altezza delle aspettative. Bello come alcuni ricordi siano più resistenti alle insolenze del tempo...

1/19/2005

Serendipity in unico atto

Università, aula 105.
Il microfono funziona a singhiozzo, oggi. Quei poveretti a Novara secondo me ora staranno giocando a briscola, altro che teledidattica. Per fortuna (?) qui siamo dotati di prof. in carne ed ossa, quindi le cinque ore di lezione non ce le toglie nessuno.
Alle 15.30, prima pausa, la “lunga”. Ce ne sarà un'altra nel giro di un'ora e qualcosa... la “corta”.
Ti alzi, mani in tasca e pensieri a 500 km di distanza. Ti guardi in giro. Stai ancora esplorando questo spazio, ancora troppo nuovo per il tuo concetto intimo di università.
Un sacco di volti nuovi, anzi non nuovi, proprio giovani :)
Ammettilo, stare qui, aggirarti per la sala ristoro con un caffé da 25 centesimi in mano ed un libro preso in prestito sotto braccio ti piace. Molto.
Seconda parte della lezione. La passi prevalentemente fissando un led verde che ammicca dalle profondità della controsoffittatura. Probabilmente è un alieno, un piccolo marziano che osserva e si chiede 'zzo hai da guardare.
Seconda pausa.
Ti alzi, diretto verso la sala ristoro ed una tanica di bevanda al gusto di caffé. Vedi solo sagome a forma di molecola di caffeina, e omini verdi che ti osservano coi loro occhi fluorescenti...
“Riccardo?”
STOP.
Voce di donna. Giovane. Piemontese. Un qualcosa di familiare, ma i neuroni son troppo impegnati a cantare le lodi di Baudo, Manfredi e Riccardo Illy al ritmo di una samba brasiliana ora.
Ti giri, lentamente, dissimulando un sorriso.
“...Ciao!?”
“Ciao!!! Ma... NON TI RICORDI DI ME?”
E' mora, carina e ti guarda da dietro ad un paio di occhiali con la montatura sottile che sei sicuro di non avere mai visto. Ha anche le treccine, un maglione per la crescita, lo stile di una femminilità che si sta riscoprendo, con effetto piuttosto interessante. Ma non ti dice nulla.
Sei mortificato e... “Mi dispiace, no.”
Micromodificazione. Leggerissima, eppure le leggi una delusione enorme in volto. Ti senti una merda e non sai neppure perché.
“Sono Marta!”
“Marta...” martamartamarta, quante marte conosci? Marta di Asti non può essere, Marta di Alessandria, ma aveva gli occhi diversi, possibile che? no... martamartamarta chi?
“Marta, la chitarrista, ricordi?”. Gelo. Che cazzo ci fa Marta in università? Non dovresti essere qui, dovresti startene ad Asti e... e... ma ti rendi conto di che stai pensando? Proprio tu che fino a ieri abitavi un po' a Milano, un po' a Bologna, un po' ad Assisi... Marta. Ci hai suonato assieme per due anni, pirla.Amo le sorprese: ti sorprendono sempre ;)

1/18/2005

Narcolepsy


Narcolepsy
Originally uploaded by bru76.
Due giorni all'insegna di McKean.
Cominciando dalla Fabbrica del Vapore, dove la mostra Narcolepsy rimarra' sino al 12 febbraio, fino alla proiezione dei corti e dei videoclip dell'artista, avvenuta ieri sera allo spazio Oberdan.

La mostra soffre un po' di carenza di spazio vitale. Le quasi 400 opere dichiarate si inseguono sulle pareti di compensato, e le didascalie aiutano poco il visitatore ad orientarsi tra le visioni oniriche, le tavole, i video, e le sculture. Inoltre, la multimodalita' della mostra, con due video che vengono proposti a rotazione, ed una serie di alogeni che suggeriscono un percorso tra le opere, aggiunge parecchio alla cacofonia del tutto. In definitiva, la mostra stessa si presenta piuttosto McKeaniana; mi sono divertito ad osservare le facce dei visitatori, molti incarnavano quella stessa espressione smarrita e un po' confusa, ma al tempo stesso visceralmente coinvolta, che ammiccava dai collage digitali (ma anche no) appesi tutt'intorno.

Per chi fosse interessato al catalogo, consiglio di acquistarlo presso la mostra, scontato di 5 euri.

Technorati Tags: , , ,

1/14/2005

Il contratto con gli e-lettori

Direttamente dal Stone Soup Blog:


i_want_you_sm.jpgEccolo, il post più atteso dell'anno, del lustro, fors'anche del secolo e sicuramente del millennio, anzicheno.

Per chi non lo sapesse (e sfido chiunque a saperlo, visto che ho deciso or ora), sono ufficialmente tornato al nord (e il primo pensiero è: che sbattimento, mo devo cambiare la location in tutti i siti dove sono iscritto, che palle... evviva Foaf-Net).
Questo ha due tre implicazioni essenziali:

  1. Sarò più vicino alle vie di comunicazioni tradizionali, tipo strade, aereoporti... (trema Ezio, trema! :D )

  2. Smetterò di mangiare ciauscolo con cadenza pressoché quotidiana, indi dimagrirò un po' (addio maniglie, addio!)

  3. Finirò l'università



Ora, il punto uno è un dato di fatto (ed Ezio trema sempre di più), per il due ci penso da me grazie... ma per il terzo, mi servirai
TU!

La sfida è: brindiamo alla laurea entro natale 2005! (sarebbe meglio prima, ma non sono sicuro dei tempi tecnici...)

Forza, fammi vedere che mi vuoi bene (e se non mi vuoi bene tanto meglio, ti sto dando un'occasione unica): rompimi i coglioni a morte!!!

Come? Chiedimi cosa sto studiando, quando, se mi sto impegnando e ricordami questo post. Sono raggiungibile via blog, mail, icq, msn, jabber (brujah@jabber.linux.it), yahoo, aim (codewitchbru), skype e piccione viaggiatore, quindi niente scuse, non dire poi che non sapevi come trovarmi.
Quando? Tutte le volte che ti capita, e che il tuo lato sadico lo ritiene opportuno, ma almeno una volta a settimana.
Perché? Per fare un piacere ad un amico, ovviamente!!!

Ehm... cosa? Non basta? E va bene bastardi... ecco qua: chiunque accetta il presente contratto (sottoscrivere con un commento), e fa fede agli impegni di cui sopra, avrà diritto a:

  • Una pinta di birra (chinotto o spuma per gli astemi) ad ogni occasione in cui adempirà al proprio mandato di persona (esclusi i blog meeting, per carità!)

  • L'invito alla festa di laurea, che si terrà in data da destinarsi (ma giuppersù verso novembre/dicembre) in luogo da destinarsi (ma direi Milano, Londra o magari Casale popolo, che fa molto trendy), a spese del sottoscritto (cioé io pago le consumazioni, non il biglietto aereo!)

  • La consapevolezza di aver preso parte ad un esperimento che rivoluzionerà le teorie della comunicazione sociale e... cosa? Dove state andando...

  • Ricchi premi a cotillons



Allora ci state? Io ci sto. Scrivetescrivetescrivete!!!
...e restate sintonizzati per i dettagli!

Aggioirnamento: Ho messo su una paginetta sul mio wiki, dove è possibile sottoscrivere e aggiungere note o commenti a questa iniziativa. Abusatene.

Oh my Goddess!


Pillow Princess
Originally uploaded by Spoddy.
Ragazzi, non chiedo tanto dalla vita.
Una Bionda che non si faccia problemi a tirar fuori dalla borsetta un cuscino nel bel mezzo di Londra, in pieno giorno, e dare inizio ad una vera e propria guerra a suon di cuscinate.

Eh, le gioie del London Pillow Fight Club.
Ah, ma balle poche, la prossima volta ci sarò anche io!!!

Maggiori informazioni in questo post, sul Stone Soup Blog.

1/13/2005

Vuoi l'iPodShuffle? Fattelo!

E' stato annunciato solo due giorni fa ma se ne è già parlato e scritto già  talmente tanto che non ne posso più.
Non ti piace il nuovo termometrone made in Cupertino? Sta bene.
Ti piace? Compratelo e falla finita.
Costa troppo e poi c'hai già l'ipod "1.0"? 1) significa che non puoi lamentarti del costo e 2) fattelo in casa! :)

Link trovato sul bel blog di un'Interaction Designer di nome Yara.



UniCycle


UniCycle
Originally uploaded by bru76.
Non in tutte le Università è dato assistere a tali prodezze!!!
In puro stile "giocolando", ecco Bobo, il super-tecnico che si destreggia con l'uniciclo nei laboratori del dipartimento di informatica :)
E poi mi chiedono perché qui mi sento a casa...

1/12/2005

Riprende BlogRodeo!

Tra quaranta minuti o giù di lì, fino alle 14.30... ovviamente su blogrodeo!
Riuscirò a partecipare questa volta? ;)
Lo scopriremo solo vivendo...

Update: da questa volta tenterò di tenere traccia dei blogrodei sul calendario della blogosfera

Update II: ovviamente no... peccato, il tema era particolarmente stuzzicante! Sarà per la prossima...

1/03/2005

Andy Warhol Show


Andy Warhol Show
Originally uploaded by bru76.
L'anno è cominciato. Lo si sente nell'aria, anche in quella di Milano, che di "aria" ne contiene proprio pochina... di solito. Ieri no.
Emergendo dalla M2 a Cadorna, mi ha accolto un insolito sole ed un'insolita pace. Ho alzato il sopracciglio sinistro, contato fino a tre, alzato le spalle e proseguito in direzione triennale.
Obiettivo: the Andy Warhol Show in triennale.
Mostra molto bella, curata con gusto. Niente di fantascientifico... molto pop insomma :)
Unica nota... speravo di vedere almeno un oxidation painting. Amen.


...e ora mi ritrovo con I'll be your mirror a far da colonna sonora interiore. Ininterrottamente. Mi sta rendendo schizofrenico :)


Appunti analogici:

  • Frasi a effetto, da usare nei momenti di crisi:

    • You either need money os style

    • Show off!

    • In futuro ognuno sarà famoso ovunque per 15 minuti.

    • un'opera d'arte al giorno




Per finire, gironzolando per la libreria di corso como 10, ho scoperto l'esistenza di John Maeda, attraverso il suo ultimo libro, Creative Code. Da tenere d'occhio.